home page

home page

a cura di Fabrizio Vallelonga (Ass. Cult. Limes)


Il Tabularium

 

L’età romana

Il Tempio di Giove Capitolino

L’età medievale

Santa Maria in Aracoeli

L’età moderna

Il Palazzo Senatorio




L’edificio del Tabularium sorgeva nella depressione tra le due sommità del Campidoglio denominata Asylum. Il nome dell’edificio deriva dalla sua funzione di archivio dello stato romano dove erano per l’appunto custodite le tabulae publicae. Da testi epigrafici sappiamo che la costruzione dell’edificio fu curata da Quinto Lutazio Catulo e dal suo architetto Lucio Cornelio. I lavori di costruzione dell’edificio furono abbastanza veloci, almeno rispetto a quelli per la ricostruzione del tempio di Giove Capitolino, e durarono probabilmente dal 78 a.C. al 65 a.C. Il monumento è costituito da un grande basamento costituito da una muro di sostruzione (cioè una fondazione a vista) in blocchi di tufo e peperino, rivolto verso la valle del Foro, che innalza la costruzione fino al livello della retrostante depressione che viene indicata con il nome di Asylum.